percentuale di carne alimenti cani

La corretta percentuale di carne

Come si interpreta la percentuale di carne presente sull'etichetta di un prodotto?

La normativa impone che le componenti siano elencate in etichetta in ordine di peso, compresa l’acqua. Quindi è abbastanza logico aspettarsi che gli ingredienti con un alto contenuto di acqua, come le carni e le verdure fresche, occuperanno le prime posizioni dell’elenco superando di gran lunga quelli in farina o essiccati. Molto spesso il consumatore identifica la qualità di un prodotto basandosi sul fatto che la carne sia elencata in prima voce. Ma perché questo atteggiamento è sbagliato?

Oggi cane - ieri lupo

"Un cane ha bisogno di carne!” - Probabilmente avrete già sentito questa frase da altri proprietari di cani. È vero che i cani discendono dai lupi e che i lupi si nutrono principalmente di carne, ma è anche vero che i cani domestici di oggi non sono più lupi da decine di migliaia di anni: nella trasformazione da lupo a cane, l'organismo di quest’ultimo si è adattato ad altre condizioni e necessità, soprattutto per quanto riguarda il fabbisogno energetico. Un cane non ha più bisogno di percorrere 50 km al giorno per cercare un riparo o una preda. In genetale, un cane di famiglia, raramente cammina più di 7/8 km al giorno. Un cane moderno ha quindi bisogno di un apporto energetico moderato, meno grassi e più proteine. È importante potergli offrire un rapporto equilibrato di carne, carboidrati e fibre.

due tipi di carne cruda

Cosa rende un prodotto equilibrato?

Ingredienti naturali degli alimenti per cani

In Happy Dog, ci assicuriamo che ogni cane riceva un apporto vario di proteine animali selezionate. In tutte le nostre etichette indichiamo solo la reale percentuale di carne essiccata: essa infatti potrebbe risultare più elevata di quanto potrebbe apparire ad una prima, superficiale valutazione, poiché non contiene acqua. La percentuale di proteine animali rapportate a quelle totali nei nostri alimenti secchi arriva fino al 90%. Per garantire al cane un pasto sano ed equilibrato, queste proteine animali vengono integrate con la giusta quantità carboidrati (patate o cereali), fibre, vitamine e minerali essenziali. In Happy Dog, la Natura è il modello cui ci ispiriamo per sviluppare le nostre ricette, che desideriamo essere il più possibile naturali, bilanciate e adatte alla specie. Per questo motivo abbiamo ideato l’esclusivo Happy Dog Natural Life Concept® , per arricchire di componenti naturali i nostri prodotti; questa formula speciale, ricca di principi attivi, offre svariati benefici per la salute e il metabolismo del cane.

Qual è la reale percentuale di carne in un alimento per cani?

La normativa impone che le componenti siano elencate in etichetta in ordine di peso, compresa l’acqua. Quindi è abbastanza logico aspettarsi che gli ingredienti con un alto contenuto di acqua, come le carni e le verdure fresche, occuperanno le prime posizioni dell’elenco superando di gran lunga quelli in farina o essiccati.

Facciamo un esempio: una dieta con l’agnello fresco (70% di acqua) come primo ingrediente può avere tranquillamente meno ”agnello” di una dieta composta invece da farina di agnello (<10% di umidità) che sarà inserito come secondo o terzo ingrediente.

È doveroso precisare che la qualità di un prodotto viene definita dalla materia prima di partenza e non dal processo di lavorazione a cui viene sottoposta. Infatti, sia la carne disidratata che la farina di carne sono costituite da tessuti di mammiferi, organi compresi, e non sono ammessi sangue, pelo, piume, zoccoli, corna, becchi, pelle e contenuto dell’apparato digerente (per legge). L’unica differenza è legata al processo termico a cui vengono sottoposte, che per la carne disidratata prevede una più rapida essicazione in grado di preservare maggiormente le caratteristiche iniziali e aumentare la conservabilità nel tempo.

Le farine di carne sono, tuttavia, tra i principali prodotti di trasformazione dell’industria animale (rendering) e grazie a questi si limita l’accumulo di sottoprodotti animali. In questo modo si migliora la sostenibilità nutrizionale, garantendo una quota di proteine di elevata qualità, un corretto bilancio aminoacidico e di minerali. Calcio e fosforo sono, infatti, i più importanti macrominerali della dieta del cane e del gatto e risultano facilmente disponibili soprattutto nelle farine animali.

In Happy Dog, dichiariamo solo la percentuale reale di carne secca. Ciò significa che il contenuto di carne nei nostri prodotti è in realtà molto più alto di quanto non sembri a prima vista.

La percentuale di carne in Happy Dog

Nei nostri alimenti per animali utilizziamo esclusivamente carne e sottoprodotti di origine animale ricchi di sostanze nutritive e di altissima qualità. Per un cane, la percentuale di proteine animali dev’essere più alta rispetto a quella delle proteine vegetali. In Happy Dog, la percentuale di proteine animali rapportata alle proteine totali arriva fino al 90%. Scopri tutti i nostri alimenti secchi!

La giusta porzione di carne

Per tutti i nostri alimenti secchi utilizziamo solo proteine animali della migliore qualità. La percentuale di proteine animali rapportate a quelle totali arriva

fino al 90%

Carne cruda

Alimenti umidi per cani con alta percentuale di carne

I nostri alimenti umidi hanno un alta percentuale di proteine animali e soddisfano appieno i fabbisogni nutrizionali del cane. I nostri alimenti umidi Happy Dog sono disponibili in diversi gusti e arricchiti da preziose vitamine.

Alimenti per cani senza cereali

Se un cane è particolarmente sensibile o il Medico Veterinario ha diagnosticato un intolleranza alimentare ai cereali, la nostra risposta è Happy Dog Sensible. Gli alimenti secchi della linea Sensible forniscono al cane la giusta quantità di carne e sono disponibili anche in ricette prive di cereali. Se un cane è invece intollerante alle patate, in Happy Dog Sensible Piemonte e Mini Piemonte usiamo castagne italiane come fonte esclusiva di carboidrati.

Alimento per cani senza cereali Happy Dog Sensible

Confronto tra alimento secco e umido - ecco come funziona!

La differenza nel contenuto d'acqua dell’alimento secco e di quello umido rende difficile confrontare il contenuto di nutrienti e di proteine. Un confronto significativo è possibile solo determinando la cosiddetta materia secca (FS) - cioè la quantità di sostanze nutritive allo stato 100% secco.

Ecco come si calcola.

Es. Confronto del contenuto proteico di due diete per reni, A ( secco) e B (umido)

La dieta A per i reni (cibo secco) contiene:

10% di umidità, 12,5% di proteina grezza. 100% alimento originale - 10% acqua = 90% FS (frazione secca)
12,5 (proteina grezza) : 90 (FS)  x 100 = 13,8% proteina grezza nella FS

La dieta B per i reni (umido) contiene:

61% di umidità, 6,8 % di proteina grezza. 100% alimento originale - 61% acqua = 39% FS (frazione secca)
6,8 (proteina grezza) : 39 (TS) x 100 = 17,4% proteina grezza nella FS

L'esempio indica che l’alimento umido contiene molte più proteine di quanto non sembri a prima vista. È quindi importante effettuare la conversione se si vuole mettere a confronto l’alimento umido e quello secco.